La Madonna del soldato


Sabato 27 maggio


La Madonna del soldato e del buon ritorno è stata portata a Sant’Emiliano per la prima volta nel 1946, segno di un voto fatto dalle donne per mariti, fidanzati e figli chiamati alle armi nella Seconda Guerra Mondiale. Da allora ogni cinque anni volontari e alpini portano la statua nella chiesa parrocchiale a Sarezzo, dove rimane fino a dicembre, prima d’essere riportata di nuovo in quota.

Il prossimo 27 maggio si terrà una S. Messa e un momento conviviale in ricordo di tutti coloro che non fecero ritorno dalla guerra e di chi tornò ma - come dicono gli alpini - è già andato avanti. La statua rimarrà a Sant’Emiliano fino alla prossima traslazione, nella primavera 2021.




Perché il ricordo non svapori mai

Programma


Ore 11.30: Santa Messa al santuario
Ore 12.30: Pranzo su prenotazione

Contatto: Pierluigi, 335.6535439